Calcio
Torna alla ricerca
Ripartiamo dal secondo tempo
di Mimmo Carratelli (da: Corriere dello Sport del 12.04.2019)
Lass dove il Tamigi scorre calmo a placido al passaggio dei fanti azzurri l11 di aprile, sul meridiano di Greenwich si fissa lora fatale della stagione del Napoli in una notte londinese senza stelle.

LEmirates Stadium soffoca il Napoli che rischia di uscire dallEuropa (a braccetto della signora Teresa May) dopo essere uscito dallItalia e dalla Coppa Italia.

I Gunners, i cannonieri dellArsenal affondano il vascello azzurro, nave senza nocchiere in gran tempesta (2-0). Le palle-gol di Insigne alle stelle e di Zielinski fuori, una maledizione.

Ma le parate di Meret, la riscossa azzurra nel secondo tempo e la palla del terzo gol inglese fallita da Ramsey e poi da Aubameyang tengono in piedi la qualificazione. I conti si faranno al San Paolo fra sette giorni.

Alle 20,25, ora di Londra poco legale, la disfatta sembra fatta nel silenzio della grande campana della Torre di Westminster, legata per lavori in corso. Il gallese della Juve Ramsey e lex sampdoriano Torreira (con la deviazione di Koulibaly) hanno gi scosso la rete di Meret.

Si profila il crollo. Lacreme napulitane di tremila sostenitori vesuviani trasmigrati nellEmirates Stadium da 390 milioni di sterline.

O Napule, ar st? Nun nce sta. Nun nce sta cua capa, nun nce sta coe cosce e nun nce sta cuo core. Si diceva: ci vuole coraggio, ci vuole attenzione.

Che delusione! Nel primo tempo gioca solo lArsenal, il Napoli spaesato. Incomprensibile lassetto tattico degli azzurri. Si aggiungono errori e imprecisioni negli appoggi per sgusciare fuori dalla morsa inglese. Non funziona lattacco dei piccoletti (Mertens e Insigne) perch i centrocampisti vanno a vanvera e perdono troppi palloni sul pressing dei gunners.

Ma c la scossa nella ripresa. Il Napoli cambia volto, attacca, stringe lArsenal nella sua met campo. Sfiora il gol che sarebbe una benedizione. A Napoli, una rimonta non impossibile.

12/4/2019
RICERCA ARTICOLI